apprendimento

APPRENDIMENTO

DIAGNOSI

Protocollo diagnostico

Il percorso diagnostico è articolato in tre momenti fondamentali:

  1. Colloquio preliminare con genitori e bambino.
  2. Lavoro calibrato di approfondimento conoscitivo e diagnostico attraverso l’utilizzo di prove psicometriche standardizzate.
  3. Elaborazione e sintesi dei dati rilevati; inquadramento del caso e restituzione che indirizzi verso le strategie abilitative, didattiche e educative più utili in base al profilo funzionale emerso.

La valutazione coinvolge lo psicologo e il logopedista e può rimandare a specialisti esterni (audiologi, neuropsichiatri, etc.) qualora si reputino necessari approfondimenti specifici.

 

Tale protocollo si declina in base alle difficoltà evidenziate durante il colloquio di conoscenza con i genitori privilegiando i seguenti aspetti:

  • Indici predittivi dei disturbi di apprendimento nella scuola dell’infanzia e nella I e II classe della scuola primaria.
  • Disturbi Evolutivi Specifici di Apprendimento (DSA).
  • Disturbo da Deficit di Attenzione con o senza Iperattività (DDA-DDA/I).
  • Disturbi cognitivi (Funzionamento Intellettivo Limite, Disabilità intellettive, etc.).
  • Difficoltà comportamentali e disturbi del comportamento (Disturbo oppositivo-provocatorio, Disturbo della condotta, etc.).
  • Area emotivo-motivazionale.

 

INTERVENTO

A seconda della problematica individuata durante il processo diagnostico, vengono proposti interventi differenziati e individualizzati per ciascun bambino, in quanto sono tarati sulla difficoltà specifica.

 

Protocollo di intervento

Il training abilitativo prevede generalmente un incontro settimanale da tenersi presso la sede del Centro sotto la supervisione degli specialisti di idee (psicologo, psicoterapeuta e/o logopedista). Gli operatori valuteranno inoltre la possibilità di concordare delle attività da svolgere a casa in autonomia o sotto la supervisione dell’adulto.

Il percorso abilitativo, individuale o di gruppo, è di durata variabile a seconda della problematica individuata e della responsività al trattamento. Il monitoraggio dei risultati conseguiti è effettuato periodicamente in modo tale da ricalibrare costantemente l’intervento in base ai progressi ottenuti e mantenere aggiornati genitori e docenti.

 

Tutoraggio didattico

All’occorrenza, per incentivare gli aspetti di autonomia scolastica, potrà essere indicato un affiancamento da parte di un tutor didattico. Tale attività potrà svolgersi presso il Centro o in contesto domiciliare.